Archives

L’Ora della Terra

La partenza dal Santuario della Montagna Spaccata

Nella serata di sabato 25 marzo l’Associazione Atargatis, insieme agli amici di “Astri e Natura” ha aderito all’iniziativa planetaria del WWF “L’Ora della Terra”. Tale iniziativa è molto conosciuta e vanta ormai una tradizione pluriennale, come gesto simbolico di sensibilizzazione nei confronti del cambiamento climatico. Una delle anime dell’Associazione, Giovanni Macrino, ha ideato questa fiaccolata nell’area protetta di Monte Orlando, nel cuore dell’antica città di Gaeta. Le sue parole di presentazione sono state molto significative: come fare per indurre le persone a partecipare a questo gesto simbolico? Come fare per coinvolgerle in questo progetto che vuole essere da impulso per una presa di coscienza collettiva? Come fare per indurle a spegnere la luce? “Facendole uscire di casa con una fiaccola in mano.” Una sorta di ritorno alle origini per guardare al futuro con una fiammella di speranza, stando insieme, divertendosi, scoprendo la natura di notte, e dando uno sguardo alle stelle, grazie ad “Astri e Natura”.

Read more… →

Monte Moneta

Dalla sommità dela falesia

Monte Moneta in realtà è alto neanche 400 metri… cosa spinge un escursionista a salire su quella che in realtà è “soltanto” una collina? Forse è la bellezza del bastione che si staglia sulla spiaggia di Sant’Agostino? Forse è la vista che spazia a 360°, dal Circeo ad Ischia? Forse sono i suoi contrafforti, strapiombanti in maniera vertiginosa, a regalare una scarica di adrenalina? Forse è la voglia di un’escursione diversa, un pizzico avventurosa, fuori sentiero, tra arrampicatori, rapaci che volteggiano e capre al pascolo?

Già, Monte Moneta non è una grande cima, ma presenta tantissime belle ragioni per l’effettuazione di un’escursione di tutto rispetto.

Read more… →

Il Castello di Gaeta

Il Castello di Gaete: sentinella dell'Italia meridionale
Il Castello di Gaete: sentinella dell’Italia meridionale

Finalmente, sono riuscito a visitare il Castello di Gaeta! Imponente, turrito, a guardia di uno dei centri marittimi più belli d’Italia e del suo Golfo, la fortezza è, in effetti, chiusa al pubblico; per visitarla occorre di conseguenza attendere l’occasione giusta, stavolta fornita dall’iniziativa “Ti mando a Gaeta” de “I Tesori dell’Arte” il 24 aprile scorso, in collaborazione con l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, che gestisce parte della struttura. Insieme alla famiglia, stavolta ne abbiamo approfittato, complice anche il tempo incerto per andarsene per monti e boschi!

Read more… →

Come le lucciole

Le luci del cielo e del Golfo - Foto di Michele Chiomenti
Le luci del cielo e del Golfo – Foto di Michele Chiomenti

Una tiepida sera di metà primavera in cerca di lucciole nel Parco di Gianola… Di più: una scusa per sforzarsi di guardare con gli occhi della notte e per accorgersi di quante luci ci siano nel buio, di come queste luci esistano grazie al buio! Se poi tutti questo viene osservato anche con gli occhi dei bambini, o meglio, dagli occhi dei bambini… allora il risultato può davvero essere sorprendente e regalare sprazzi di felicità pura.

Read more… →

Alla Batteria Anulare di Monte Orlando

L'entrata alla Batteria
L’entrata alla Batteria

Un bellissimo, agognato weekend di primavera mi ha aiutato a riprendermi dai postumi di un severo raffreddore, ricordo di un inverno ormai sconfitto. La visita alla Batteria Anulare di Monte Orlando ha svolto alla perfezione il suo ruolo di oasi, sia materiale che ideale: la voglia di montagna era molta, ma le mie condizioni non mi permettevano certo di forzare più di tanto; contemporaneamente, era molta anche la voglia di trascorrere nella natura una bella giornata con tutta la famiglia. L’area protetta gaetana si è prestata perfettamente a questo duplice scopo, accogliendoci nella sua fitta foresta mediterranea e sulla sua dolce pendenza.

Stavolta abbiamo optato per un percorso diverso rispetto a quello comunemente effettuato per salire in cima: invece di andare attraverso l’entrata al Santuario della Montagna Spaccata, percorrendo il Sentiero delle Falesie, abbiamo optato per il Sentiero del Ghiro. Dai tornanti della stradina asfaltata che sale verso il Mausoleo e il Faro, il sentiero taglia decisamente per la foresta di leccio e lauro, con scalinate di terra battuta e svolte che rendono sempre accettabile la pendenza. Si taglia la strada un paio di volte, andando sempre diretti verso quella che è la nostra vera meta: la Batteria Anulare.

Read more… →