Archives

Quattro passi in famiglia

Quattro passi in famigliaDal punto di vista di Famiglie in Gamba, “Quattro passi in famiglia” è molto più che un libro o una semplice guida escursionistica per famiglie. Nel leggerlo e nello sfogliarlo (per conoscere il volume ci vorrà il tempo che merita, in attesa di sperimentarlo sul campo, e che campo!), una cosa balza subito evidente: adottiamo la stessa filosofia, ed è bello scoprirlo, è bello scoprire che la passione per la montagna accomuna le famiglie e diventa un vero e proprio approccio educativo per grandi e piccoli, per crescere insieme!

Avere il volume tra le mani è un piacere: bello, curato nella grafica, agile nella consultazione, ricco di foto di luoghi meravigliosi e di immagini di piccoli escursionisti che rendono le Dolomiti ancora più magiche con la loro gioia. L’editore è, ancora una volta, ViviDolomiti.

Read more… →

Il Lago di Braies

Il Lago di Braies e la Croda del Becco
Il Lago di Braies e la Croda del Becco

Il Lago di Braies è una delle innumerevoli perle delle Dolomiti e della Val Pusteria. Seminascosto, è in realtà conosciutissimo e frequentatissimo (tanto da essere sconsigliabile una visita durante i weekend in alta stagione): la sua fama è totalmente meritata, tanto è incantevole il lago e lo scenario che lo circonda. Tutto appare selvaggio e idilliaco allo stesso tempo: la Croda del Becco e altre montagne monumentali incombono intorno, facendo ombra sul turchese specchio d’acqua e sui rifugi attrezzatissimi che si trovano sulle sue rive, all’inizio dei sentieri escursionistici.

Read more… →

Le Tre Cime di Lavaredo

Non servono parole.
Non servono parole.

Avevo letto molto e visto molte foto riguardo le Tre Cime di Lavaredo, rimanendo sempre impressionato e sognante davanti alle immagini dei tre grandi monoliti, definiti un vero e proprio monumento della natura. Per cui, se ogni viaggio lo affronto più o meno con una mentalità da “tabula rasa”, nel senso che qualsiasi cosa io riesca a visitare e conoscere va sempre bene (soprattutto in montagna, sempre molto generosa nel regalare emozioni a chiunque si lasci “trasportare dal sentiero”), avevo comunque un obiettivo ben preciso venendo in Alto Adige: portare me e la mia famiglia al cospetto della parete nord delle Drei Zinnen.

Read more… →

Prato Piazza: al Rifugio Vallandro

Camminare attraverso l'Eden
Camminare attraverso l’Eden

L’escursione da Prato Piazza al Rifugio Vallandro ci ha permesso di toccare con mano le innumerevoli possibilità di scelta escursionistiche offerte dall’Alta Val Pusteria: in uno scenario da sogno, dall’altopiano si diparte una rete di sentieri per tutti i gusti e per tutte le capacità, comprese ovviamente quelle di famiglie con bambini piccoli.

L’accesso al parcheggio di Prato Piazza è a pagamento e chiude fino ad esaurimento; successivamente, è possibile usufruire del servizio di bus-navetta di linea (ogni 20 minuti), che collega il parcheggio di Ponticello con Prato Piazza (circa 7 km). Se si è forniti della “HolidayPass Mobilcard” (consegnata a tutti gli ospiti della Val Pusteria, dato che pagano la tassa di soggiorno di € 1,50 al giorno), si possiede già il biglietto, che va solo timbrato a/r.

Read more… →

In Val Pusteria

Da Prato Piazza
Da Prato Piazza

Raggiungere la Val Pusteria/Pustertal per noi ha rappresentato davvero una sfida: due bambini, circa ottocento chilometri da percorrere, il caldo, il traffico, ecc. E, verso la fine del viaggio, alle porte del Trentino, la sensazione è contrastante: da un lato si è consapevoli che si è quasi arrivati; dall’altro, sembra che non si arrivi mai! Del resto, non si è neanche ancora in Alto Adige!

Poi, pian piano, si superano pure Bolzano e Bressanone, e lo scenario, gradualmente, cambia. Non ci si rende conto immediatamente del momento in cui si entra in Valle: ci si entra e basta. Ma i cambiamenti ci sono: verde dappertutto, automobili che si incrociano quasi con discrezione, la Rienza che porta le sue acque verso l’Isarco, l’Adige e l’Adriatico. E quegli enormi Giganti là in fondo, silenziosi, che tutto sorvegliano dall’alto. Tanto che uno si chiede: “Riuscirò e vederne qualcuno da vicino? Mi sembrano così irraggiungibili…”

Read more… →