Archives

Craco, il Paese Fantasma

Il mozzafiato skyline di Craco con i Calanchi Lucani sullo sfondo

Che poi, la visita a Craco neanche era stata programmata. Avevo pensato ad un’escursioncina a Tempa Petrolla, descritta come un meteorite di roccia nel mezzo del nulla delle Badlands Lucane. Poi, un po’ la la temperatura proibitiva per avventurarsi in un cammino esposto al sole, un po’ la vista da lontano di questo villaggio fantasma, un po’ (tanto) i consigli dei ragazzi locali del campeggio, ed ecco che in un torrido tardo pomeriggio di fine luglio ci troviamo tutti e quattro con i caschi in testa al seguito della guida che ci porta a scoprire questo angolo di malinconica meraviglia lucana.

Read more… →

Roccamonfina: il Vulcano e le sue Castagne

P1070392
Calore d’autunno

Una delle prime volte che visitai Roccamonfina, anni fa, ricordo che, come risposta alla mia domanda su come si facesse a raggiungere il cratere dell’omonimo vulcano, una persona del luogo mi rispose: “Già sei nel cratere!”. In effetti, si stenta a credere che ci si trovi su un vulcano (anzi, al suo interno!) dalle origini molto simili a quelle del ben più famoso e famigerato Vesuvio: dolci declivi, ampi pianori, vegetazione lussureggiante, borghi che conservano un’atmosfera ancora antica. 

Roccamonfina è uno di questi, immerso, a poco più di 600 m di quota, nel cuore di una bellissima foresta di castagni che ammanta il fondo dell’antica caldera, colorandola di un verde intensissimo. Quella delle castagne nel Parco di Roccamonfina è più di una tradizione: è senz’altro una delle attività economiche più importanti del luogo. Già a fine estate, percorrendo le spettacolari strade che si inerpicano su per il vecchio vulcano, si possono osservare le febbrili opere di pulizia del sottobosco, propedeutiche all’attività di raccolta vera e propria, che culminerà nelle varie sagre locali, tra cui una delle principali è proprio quella di Roccamonfina.

Read more… →