Il Cratere degli Astroni

Caratteristiche: La Riserva Naturale “Cratere degli Astroni” è una vera e propria oasi all’interno dell’area urbana di Napoli-Pozzuoli, che stupirà chi la visiterà per la prima volta. Con una superficie di quasi 250 ettari, questa sorta di Shangri-La partenopea si trova all’interno di un antico cratere vulcanico facente parte della caldera flegrea.

Piantina del Cratere
La Riserva è gestita dal WWF, ed è aperta per le visite tutti i fine settimana, con possibilità anche di effettuare visite guidate (informazioni aggiuntive sul sito del WWF). Trattandosi di un cratere, il lieve dislivello (60-70 m) presente viene percorso in discesa all’inizio dell’escursione. Il percorso è prevalentemente ombreggiato, svolgendosi in gran parte attraverso il bosco, e non presenta difficoltà particolari. 

Read more… →

Il “Sentiero Mamurra” nel Parco di Gianola e Monte di Scauri

Caratteristiche: quello che si propone, il “Sentiero Mamurra”, è un percorso ad anello all’interno dell’area protetta del Parco di Gianola e Monte di Scauri, gestita dall’ente Parco Regionale Riviera di Ulisse, unitamente alle altre due aree protette di Monte Orlando e della Villa di Tiberio. Il dislivello, esclusi alcuni saliscendi, è praticamente nullo; lunghi tratti del sentiero possono addirittura essere percorsi con il passeggino.

Querce da sughero lungo il “Sentiero Mamurra”
In tutto, occorre circa un’ora per effettuare tutto il percorso (circa 2,2 km); tuttavia, le esigenze dell’escursionista potrebbero richiedere di più in caso di soste per una visita più accurata dell’area archeologica. L’interesse del percorso è infatti molteplice, dal punto di vista naturalistico, paesaggistico, botanico ed archeologico.

Da Forca d’Acero alla Macchiarvana

Caratteristiche: L’itinerario che si propone qui è una facile escursione attraverso la faggeta di Forca d’Acero. Il sentiero è il P1

Radura lungo il percorso

del Parco, e inizia direttamente dal rifugio (oltre che ristorante e bar) di Forca d’Acero, sulla SR 509, proprio sul confine tra Lazio ed Abruzzo. In 30/35 minuti si può percorrere interamente il percorso e giungere all’altopiano della Macchiarvana. Il dislivello è di circa 80 metri, in discesa all’andata.

Val Fondillo

Caratteristiche: La Val Fondillo è un luogo ideale per le famiglie ed i bambini, tanto per coloro che hanno in programma di

Prato con la Serra delle Gravare sullo sfondo

praticare escursionismo, quanto per chi, invece, vuole semplicemente godersi il panorama e fare un pic-nic sul prato vicino al ruscello. Ci troviamo nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, in una valle spettacolare, a pochi passi dal grazioso paese di Opi.

Dal parcheggio e dall’area pic-nic attrezzata è possibile scegliere tra vari possibili percorsi, di varia difficoltà (per i sentieri si rimanda alla mappa presente qui). L’itinerario che si propone qui si svolge lungo il sentiero F2 del Parco, fino alla sorgente “Acqua Sfranatara”, della lunghezza di circa km 3,8, per un dislivello approssimativamente di 180 m; è possibile percorrerlo più o meno in un’ora. Il periodo consigliato per l’escursione va da maggio fino a ottobre.

Read more… →