L’abbigliamento

Non c’è niente di particolarmente complicato nella scelta del corretto equipaggiamento, una volta che si tengano presenti alcuni semplici accorgimenti, iniziando con la scelta del corretto abbigliamento.Il bambino deve essere vestito adeguatamente: per cui, come per papà e mamma, dovranno essere utilizzati indumenti traspiranti ed adeguati alla stagione, con “rivestimento a cipolla”. Se il bambino cammina, le calzature sono molto importanti: devono essere robuste, traspiranti e anti-scivolo. Le si dovrebbe anche provare in anticipo, magari facendole indossare preliminarmente al bambino in casa un paio di volte per farlo abituare. In commercio esistono scarpine per bimbi con rivestimento in Gore-Tex o simili.
Se invece il bambino ancora non cammina e, quindi, verrà trasportato nello zaino o nel marsupio, bisogna tenere presente che non avrà possibilità di scaldarsi con il movimento: sarà necessario coprirlo adeguatamente per evitare che si raffreddi (o peggio, come ipotesi estrema, che vada in ipotermia – ma in questo è anche necessario scegliere in maniera appropriata tempo e luogo dell’escursione, cosa di cui si parlerà in seguito). Estremamente importante è altresì un cappellino: nella stagione fredda servirà a mantenere calde testa e orecchie (e anche in questo caso molto meglio munirsi di articoli tecnici e traspiranti – microfibra, pile o Thinsulate, per fare degli esempi); nella stagione calda sarà necessario per prevenire insolazioni, colpi di sole, di vento o simili: per i bimbi di pochi mesi è facile trovare in commercio dei cappellini con visiera o “alla pescatora” provvisti di laccetti, utili per evitare che il piccolo escursionista se ne disfi con facilità.

One thought on “L’abbigliamento”

  1. Pingback: Stagione e meteo

Comments are closed.