La Casa del Bambino al Parco Sospeso di Gianola

Il Parco di Gianola e Monte di Scauri è un luogo dove i bambini possono trovare moltissimi spunti di svago e di contatto con la natura, anche oltre il già grande apporto che può essere dato da un’escursione o passeggiata. Il 24 luglio 2012 la Casa del Bambino di Castel Volturno ha trascorso una giornata nella natura, usufruendo delle tante possibilità offerte dall’area protetta.

In cerchio tra le querce

Il CAI di Esperia ha fornito la sua assistenza nell’utilizzo del Parco Avventura, dando la possibilità ai piccoli utenti di diversificare ulteriormente le attività: anzi, l’emozione rappresentata dal piccolo ponte tibetano, dal mini-”volo dell’angelo” e da tutti i passaggi semi-acrobatici del Parco Avventura, è stata sicuramente una delle attrazioni principali per i bambini durante la giornata.Gli accompagnatori, sempre guidati da un responsabile del CAI, e assistiti anche da volontari della fondazione “Aiutare i Bambini” e dell’Associazione Atargatis, hanno permesso la suddivisione del gruppo, così da permettere la visita all’area archeologica della villa di Mamurra attraverso il percorso ad anello già descritto nel blog (clicca per visualizzare l’articolo). Il gruppo ha potuto ammirare anche i nidi di rapaci presenti lungo il sentiero, continuamente monitorati da esperti ornitologi, e prendere contatto con la flora della zona. La presenza della “Grotta della Janara”, ossia della “Grotta della Strega” (in realtà uno degli antichi ingressi alla villa del prefetto romano Mamurra), unita alla magia e alle leggende che circondano la zona, ha

L’emozione del parco sospeso

rappresentato un altro interessantissimo elemento di stimolo e di curiosità per i bambini.

Alla Grotta della Janara
L’area protetta ha dimostrato così di essere una risorsa importantissima per chi ha fatto dell’integrazione e dell’aiuto alle famiglie la missione principale della propria vita, come i Missionari Comboniani della Casa del Bambino di Castel Volturno.L’area attrezzata presente presso l’Ecopoint e adiacente al parcheggio ha poi permesso di pranzare tutti insieme in maniera allegra e conviviale: qui è stato possibile giocare, oppure andare verso il Porticciolo Romano per godersi il fresco offerto dalla vegetazione presente lungo il percorso.