Category Archives: Sui Monti Aurunci

San Vennitto

L'inizio del sentiero per Santa Maria Romana e San Vennitto
L’inizio del sentiero per Santa Maria Romana e San Vennitto

I ruderi di San Vennitto sono situati nell’area in cui i Monti Aurunci sfumano nei Monti Ausoni, all’estremità occidentale del Parco Regionale. Probabilmente al centro di un insediamento di origini medievali, l’antica chiesa era dedicata a San Benedetto, da cui l’alterazione della denominazione in San Vennitto.

La giornata era iniziata con un tentativo su Monte Appiolo, salvo poi rientrare a causa di una chiusura per lavori della sterrata che porta all’omonimo rifugio, che ci ha impedito di raggiungere quest’ultimo in auto, come avevamo intenzione di fare per evitare un tratto eccessivamente lungo proprio su sterrata ai bambini.

Read more… →

Piano Terruto

La splendida veduta sul Golfo di Gaeta
La splendida veduta sul Golfo di Gaeta

Piano Terruto è un pianoro carsico a circa 800-850 m di quota a sentinella del Golfo di Gaeta, nella parte più meridionale dei Monti Aurunci. Posto precisamente sopra la città di Formia, è una stupenda balconata che può essere considerata un punto di passaggio per raggiungere la vetta di Monte Tuonaco, il picco “gemello” del Ruazzo. In realtà, come è successo a me in questo caso, può anche ben essere una meta finale, in continuazione della precedente escursione a Vallepiana.

Read more… →

Vallepiana

Nel bosco da Acquaviva
Nel bosco da Acquaviva

Vallepiana non è un toponimo molto noto dei Monti Aurunci; in effetti, può essere considerato una tappa intermedia lungo il sentiero che da Acquaviva porta a Piano Terruto. Quando si hanno bambini corrispondenti alla “categoria degli escursionisti in erba” però, ecco che l’arrivo a Vallepiana rende l’escursione pienamente soddisfacente. In sede di pianificazione del percorso, avevamo effettivamente individuato in Piano Terruto l’obiettivo massimo della giornata, mentre Vallepiana era un check point in corrispondenza del quale avremmo deciso se proseguire o se, invece, considerato il gruppo del tutto particolare, rientrare.

Read more… →

Monte Ruazzo

La Ciauchella
La Ciauchella

L’anello del Monte Ruazzo partendo dal rifugio di Acquaviva è probabilmente una delle più belle escursioni che si possano effettuare sul massiccio degli Aurunci: nel giro di poco spazio, e con un dislivello relativamente contenuto, il cammino attraversa alcuni dei più caratteristici ambienti di queste montagne: si passa infatti dalla sorgente in quota alla lecceta, alla prateria di salvia, alle tipiche doline, per poi tuffarsi in una superba faggeta prima del tratto brullo sommitale; il tutto con la possibilità di osservare da vicino alcune delle più notevoli e impressionanti attrattive carsiche della zona, come la Ciauchella, il Fosso di Fabio e la Valle di Sciro. Questo è stato lo scenario scelto per questa splendida escursione dai gruppi di Alpinismo Giovanile del CAI di Latina e del CAI di Alatri, che hanno goduto di questa bellissima giornata, nonostante la nebbia, a tratti anche fitta (che ha comunque aggiunto ulteriore magia allo paesaggio fiabesco degli Aurunci).

In circa 5 ore è possibile effettuare il giro ad anello, per una lunghezza di 5,6 km circa ed un dislivello di quasi 490 m.

Read more… →

Intorno al Vallaroce

Paesaggio lunare intorno all'Abisso Vallaroce
Paesaggio lunare intorno all’Abisso Vallaroce

Caratteristiche – L’escursione alla scoperta dell’Abisso Vallaroce è in realtà una digressione intorno al sentiero che da Sella Sola porta fino al Monte Sant’Angelo, attraverso un ambiente spettacolare, fatto di forre, strapiombi, doline, prati, boschetti.

Lungi dal voler invitare a temerarie ed incoscienti spedizioni speleologiche, questa scheda vuole soltanto introdurre alla conoscenza di un piccolo altopiano, tripudio di fenomeni carsici e, quindi, altamente interessante per l’escursionista, data la sua varietà in un’area così contenuta. Qualsiasi tipo di attività speleologica deve avvenire con la presenza di personale esperto, evitando ovviamente la presenza di bambini che possano risultare impreparati ad un’esperienza del genere.

Read more… →