Category Archives: Le escursioni

La Forestella

Ciaspolando al cospetto del Forcellone

Finalmente si collaudano le ciaspole, tutti insieme! Si va a Prati di Mezzo, e da là si sale per la Forestella, a guadagnare la valle incantata che si trova ai piedi del maestoso Forcellone! Tanta neve, di consistenza perfetta per una bella ciaspolata: un manto che, all’uscita del bosco, supera sicuramente il metro di spessore!

Come prima volta tutti insieme, e prima volta assoluta per il nostro piccolo gatto delle nevi sulle ciaspole, arrivare al cospetto del Forcellone per me era un piccolo sogno: ma ci siamo riusciti! Il sentiero che parte dalla piccola stazione sciistica, dirigendosi verso sud, inizialmente con fisionomia di sterrata, è ideale per “testare” piccoli escursionisti in occasione del loro “battesimo della neve” e per sperimentare le ciaspole: ci sono difficoltà? E’ bella la sensazione? E’ divertente camminare su questo bel manto bianco, senza sprofondare e producendo questo suono così caratteristico? E ci sta anche che ogni tanto si faccia finta di inciampare: la tentazione di rotolarsi sulla neve è troppa e irresistibile!

Read more… →

Acquaviva e Cima del Monte

Verso i ruderi di Acquaviva

I ruderi di Acquaviva e i cippi di confine di Cima del Monte sono una destinazione escursionistica che combina molteplici aspetti di storia, archeologia e natura in un percorso vario, gradevole e accessibile a tutti o quasi; tra l’altro, da tempo avevo il desiderio di visitare l’antico forte di Acquaviva e le colonnine che marcano l’antico confine tra Stato della Chiesa e Regno delle Due Sicilie. Così, abbiamo approfittato dell’escursione organizzata dalla Guida Ambientale ed Escursionistica Giancarlo Pagliaroli, cogliendo altresì l’occasione di passare una vigilia di Natale “alternativa”, tra boschi, pietre, storia.

Read more… →

Monte Civita

Si inizia la passeggiata
Si inizia la passeggiata

Il Monte Civita è l’estrema propaggine della catena aurunca, a ridosso dell’abitato di Spigno Saturnia Superiore: quella protuberanza dall’aspetto fortemente provato dall’erosione e dal carsismo che si nota dal basso, e che sembra una tozza nave che voglia invadere le colline sottostanti. Si tratta di una comoda passeggiata, seppure su percorso non segnato da alcun segnavia, ma coincidente con una agevolissima sterrata che giunge alla fine a sfociare in un piccolo pianoro affacciato sul Golfo di Gaeta. Lungo la strada vi sono anche alcune stazioni di un percorso fitness.

Read more… →

San Fedelino

Il Tempietto di San Fedelino
Il Tempietto di San Fedelino

La nostra ultima escursione in terra lombarda è stata al Tempietto di San Fedelino; un luogo fantastico, su una piccola lingua pianeggiante sulle rive del fiume Mera, laddove questo si getta nel Lago di Novate. Situato ai piedi di una grande rupe rocciosa, è un angolo di tranquillità, nonostante si trovi a poca distanza da grandi vie di comunicazione e dallo stesso Lago di Como. Per raggiungere la chiesetta si percorre un itinerario di circa 4 km attraverso una fitta vegetazione, per lo più su fondo pianeggiante, ma talvolta reso più impervio da saliscendi rocciosi che rendono l’escursione più impegnativa per i bambini più piccoli o se si procede con lo zaino porta-bimbo. L’escursione si sviluppa per circa 4 km, con due ore di cammino.

Read more… →

Al Rifugio Tartaglione Crispo

Da Pian del Lupo verso il Rifugio - Foto di Maria Teresa Volpi
Da Pian del Lupo verso il Rifugio – Foto di Maria Teresa Volpi

L’escursione al Rifugio Tartaglione Crispo è un po’ un’introduzione al fascino selvaggio ed esuberante della Valmalenco: siamo nell’angolo più nord-occidentale della Valle, proprio al cospetto del Ghiacciaio del Disgrazia e delle impressionanti cime che gli fanno da contorno.

L’escursione, se si eccettuano le ultime poche centinaia di metri (alquanto ripide), è facile e accessibile a tutti, e passa attraverso vari ambienti nonostante il suo non eccessivo sviluppo in lunghezza: c’è il paesaggio del fiume alpino; la foresta di abeti; il territorio coltivato e antropizzato con le attività degli agricoltori e dei boscaioli; infine, c’è il rifugio nel bosco, circondato da vette superbe.

Read more… →