La Camosciara

Nel cuore del bosco
Nel cuore del bosco

La Camosciara è senz’altro una delle destinazioni più popolari del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise: situata nel cuore dell’area protetta, è una Riserva Integrale, tuttavia facilmente accessibile da tutti. L’ingresso è situato all’inizio del Sentiero G1 del Parco, in corrispondenza dell’imbocco di una strada laterale della S. S. 83 Marsicana nel comune di Civitella Alfedena, a pochi chilometri da Villetta Barrea. Qui è sita un’area multiservizi gestita dalla Cooperativa Camosciara: vi è un’area picnic, ed è possibile effettuare escursioni a piedi, a cavallo, in mountain bike. Inoltre c’è la possibilità di percorrere l’intero percorso G1 con un trenino a motore, per la gioia dei bambini.

In effetti, il G1 si configura come vera e propria strada asfaltata, che tra l’altro si sviluppa all’interno di quella che, come si è detto sopra, è una Riserva Integrale. Questo è senz’altro criticabile; tuttavia, il danno (con la costruzione della strada) venne fatto molti anni fa; inoltre, per molto tempo è stato possibile addirittura raggiungere il piazzale ai piedi della Camosciara (alla fine del percorso G1) con la propria auto, generando un insostenibile andirivieni e connesso inquinamento. Oggi, e da qualche anno, la regolamentazione dell’accesso all’Area rende possibile controllare l’impatto del turismo e, allo stesso tempo, fare di questo luogo meraviglioso un qualcosa di fruibile anche ai bambini, alle donne incinte, agli anziani: non tutti i mali vengono per nuocere, anzi!

La Cascata delle Tre Cannelle
La Cascata delle Tre Cannelle

L’escursione (in realtà si tratta più di una tranquilla passeggiata nel bosco) che si descrive qui si effettua lungo il Sentiero G5 del Parco che, dal Piazzale della Camosciara (termine del G1), porta fino alla Cascata delle Ninfe. E’ possibile, come si diceva, raggiungere il Piazzale col trenino, in bicicletta o a piedi (per coloro a cui piace passeggiare su strada asfaltata; io non sono tra quelli). Il percorso è lungo circa 500 m, per un tempo di percorrenza di circa mezz’ora (valori solo andata, che tengono conto del passo “anarchico” di un bambino); il dislivello è di soli 50 m (da 1100 m a 1150 circa). Non vi sono difficoltà particolari: a volte il fondo presenta gradoni scavati tra le radici di bellissimi faggi, ma aggiunge divertimento alla “salita” per i bambini.

ItinerarioSentiero G5
Lunghezza500 m
Dislivello50 m circa (da 1110 a 1160 m slm)
TempiUn'ora A/R
Punti di ristoroPresente il chiosco al piazzale (punto di arrivo del trenino e termine del Sentiero G1 del Parco)
Elementi di interesse per i bambiniLe cascate; il bosco
Possibilità uso passegginoNo. E' tuttavia possibile usarlo lungo tutto il G1

La Cascata delle Ninfe
La Cascata delle Ninfe

In effetti, la gioia che questa passeggiata regala ai bambini non è da poco: l’attacco del sentiero, lasciatisi alle spalle il triste asfalto, avviene direttamente su un ponte di legno che scavalca un ruscello dall’acqua canterina e limpidissima; quindi si sale nel cuore del bosco. Si vede il torrente che scorre nella gola in basso, sulla destra; in 15-20 minuti si giunge alla Cascata delle Tre Cannelle, splendida anticipazione della Cascata delle Ninfe, raggiungibile in altri 10 minuti scarsi, dove il Sentiero termina. Ci si trova di fronte alla spettacolare caduta del ruscello dal fianco occidentale del monte Sterpi d’Alto. Si ridiscende per lo stesso sentiero in circa 20 minuti. Al piazzale è presente un punto ristoro, gestito a impatto ambientale zero grazie ad una piccola centrale fotovoltaica. 

Mappa

Download traccia

One thought on “La Camosciara”

Comments are closed.