All posts by Marco Tarantino

Il Quarto Freddo

Nel fitto della foresta del Quarto Freddo

Torniamo al Circeo per una comoda e gradevolissima escursione accessibile a tutti, attraverso la fitta foresta del Quarto Freddo, sul lato nord del Promontorio, in territorio di San Felice, per giungere sul mare, a Torre Paola.

Abbiamo combinato una parte del Sentiero del Brecciaro, n. 755, con una parte del Sentiero dell’Uliveto, n. 751; per la precisione, siamo partiti dall’area picnic del Peretto, su via dell’Acropoli, per scendere lungo il 755 fino a incrociare il 751; abbiamo inoltre lasciato un’auto a Torre Paola, così da poter evitare il tragitto andata e ritorno, e rendere l’escursione particolarmente godibile anche ai più piccoli, mantenendo il dislivello sempre in lieve discesa.

Read more… →

Il Parco dell’Appia Antica e la Caffarella

La meraviglia della Regina Viarum

Tornare al Parco dell’Appia Antica e alla Caffarella è stata la realizzazione di una promessa fatta a noi stessi vari anni fa: “ci dobbiamo tornare in bici!”

E ci siamo tornati, tutti insieme, in bici, per attraversare quanto più possibile di questo Parco unico al mondo, la punta di diamante del sistema dei Parchi di Roma, un connubio di bellezze archeologiche incomparabili, natura e città.

Read more… →

L’anello del Fammera

L’arrivo in vetta

La salita al Fammera da Valle Gaetana è un’escursione molto piacevole e divertente, che inizia come una semplice passeggiata, per poi trasformarsi in una delle salite più ripide dell’intera catena aurunca. Se poi i cammino viene effettuato dai gruppi dell’Alpinismo Giovanile del CAI di Alatri e di quello di Latina (con partecipazione però anche di ragazzi appartenenti ad altre sezioni del Basso Lazio), ecco che il tutto prende la piega dell’avventura e della sorpresa.

Read more… →

Passo dei Monaci

Neve e chiazze d’erba a Passo dei Monaci

Il toponimo “Passo dei Monaci” ha un grande potere evocativo; senz’altro, non si tratta di un nome casuale, anzi. Il valico, che si trova ai piedi del grande bastione del Monte Meta, in corrispondenza di un grande masso che fa da confluenza al confine tra Abruzzo, Lazio e Molise, all’interno del Parco Nazionale omonimo, sorge sull’antico sentiero che poneva in comunicazione due importantissimi monasteri: l’Abbazia di San Vincenzo al Volturno, in territorio molisano, e Montecassino. Immaginiamo quindi nei secoli scorsi l’andirivieni dei monaci e dei mercanti per questa importante via di comunicazione, che di fatto poneva in contatto il versante tirrenico con quello adriatico.

Read more… →